Barcellona Book Festival. Narrare il femminile

Presentata a Barcellona P.G. la rassegna “Narrare il femminile”

È stata presentata giovedì scorso nell’aula consiliare del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto la rassegna “Narrare il femminile”, in programma dal 20 al 22 dicembre nell’ambito del Barcellona Book Festival, a cura della casa editrice Smasher, diretta da Giulia Carmen Fasolo. L’iniziativa coinvolgerà gli spazi della Galleria Seme d’Arancia e del Parco urbano “Maggiore La Rosa”, con l’allestimento di mostre, laboratori, caffè letterari, incontri culturali, momenti di riflessione e di promozione della lettura a partire da un oggetto d’amore privilegiato, il libro, e da un filo conduttore fortemente caratterizzante, riconducibile alle narrazioni del femminile attraverso molteplici prospettive, campi di ricerca ed esperienze professionali. 

Nell’arco della tre giorni saranno visitabili le esposizioni di libri delle case editrici che hanno aderito all’iniziativa e le mostre fotografiche dedicate alle madri costituenti, alle donne nell’editoria, agli antichi mestieri femminili. Sabato 21, inoltre, il centro storico sarà protagonista di “Notturno d’Autore”, con l’apertura straordinaria dei negozi, visite guidate, concerti, spettacoli per grandi e piccoli e la partecipazione di artisti e scrittori. 

«La rassegna è l’esito di un percorso che parte da lontano e che è stato condiviso con le istituzioni, le biblioteche cittadine, diverse realtà associative e moltissime persone che hanno deciso di scommettere su un progetto ambizioso, in dialogo con tutta la comunità – afferma Giulia Carmen Fasolo. –  Il medium di questo viaggio ideale sarà il libro, pieno di storie di vita, emozioni e relazioni, storie di popoli, arte e comunità educanti. Abbiamo immaginato la rassegna come un dono alla città». Il programma è stato realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, Pubblica Istruzione e Pari Opportunità, diretto da Angelita Pino: «L’obiettivo è valorizzare il patrimonio di storia, arte e cultura della città – dichiara l’assessore, – senza dimenticare la dimensione solidale, con l’iniziativa del “Giocattolo sospeso” promossa dall’Amministrazione, e il coinvolgimento dei commercianti, che hanno aderito con entusiasmo all’apertura serale di sabato 21». 

La rassegna è patrocinata dal Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, dalla Regione Siciliana e dall’Ars, in collaborazione con la Biblioteca Comunale “Nannino Di Giovanni”, la Biblioteca delle Donne “Adelasia del Vasto” e la Biblioteca Comunale “Oasi” sezione ragazzi e con la partecipazione fondamentale di realtà nazionali come Rete Nazionale Antiviolenza “Frida Kahlo”, il Network REAMA di Pangea Onlus e Chayn Italia Onlus, oltre a librerie, associazioni e diverse realtà cittadine impegnate in ambito sociale e culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.